Emergenza Covid-19: ASUGI attiva un servizio di supporto psicologico

 venerdì 3 aprile 2020

Il servizio è rivolto agli operatori sanitari ed alle fasce di popolazione più fragili e colpite dal coronavirus

Psicologo

In un momento così difficile in cui siamo tutti messi a dura prova fisica, psichica e sociale, un gruppo di psicologi che lavorano per l’Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina  (area di Trieste, Monfalcone e Gorizia), ha dato la sua disponibilità a fornire supporto psicologico sia al personale sanitario, sia alle fasce di popolazione più colpite. Per fare questo è nato un progetto che vede coinvolta una rete di più di 50 psicologi-psicoterapeuti, coordinati dal dott. Cristiano Stea, dalla dott.sa  Luisa Dudine, dal dott. Arturo Rippa e dalla dott.sa Filomena Vella, con la Direzione Sanitaria, Socio-Sanitaria, il Dipartimento di Salute Mentale, la S.C. Riabilitazione,  il Dipartimento dell’Assistenza Territoriale, la S.C. Igiene e Sanità Pubblica e la S.C. Informatica e Telecomunicazioni e tutti i Servizi in cui sono incardinati gli Psicologi di ASUGI.

Il progetto prevede due gruppi di lavoro che provvedono a soddisfare le eventuali richieste di aiuto che arriveranno dal personale sanitario e dalle fasce di popolazione più colpite.

Il Servizio rivolto al personale sanitario
Per il personale sanitario che affronta con coraggio turni massacranti e sovraccarico di lavoro, e che in questa situazione può sperimentare senso di impotenza e di angoscia, è stato attivato un numero interno a cui possono chiamare ed un indirizzo e-mail a cui possono scrivere, per essere poi prontamente richiamati da uno degli psicologi in pronta disponibilità dedicati a questo Servizio. Lo scopo è quello di dare una risposta immediata, pronta, che prevenga uno stato di stress che può tendere alla cronicizzazione. Per questo motivo l’equipe di psicologi di ASUGI non solo cercheranno di dare risposta immediata alle richieste, ma si stanno attualmente preparando per poter dare risposte e sostegni adeguati anche dopo che l’emergenza sarà passata.

Per i dipendenti, il numero del call center è 0403998990; sarete collegati al primo psicologa/o disponibile in quella fascia oraria. Se impossibilitati a chiamare negli orari indicati è possibile scrivere all'indirizzo mailsupportopsicologicodipendenti@asugi.sanita.fg.it. 

Il personale sanitario che si rivolgerà al Servizio di supporto psicologico avrà poi la possibilità, se richiesto, di continuare ad essere seguita per tutta la durata dell’emergenza, con modalità che prevedono anche l’utilizzo, oltre che del colloquio telefonico, della videochiamata, ampliando la portata ed efficacia dell’intervento.  

 

Servizio di supporto psicologico alla popolazione
Per la popolazione è stato attivato un numero verde. Anche in questo caso al numero risponde un pool di psicologi.  Il numero è rivolto alle persone che sono state colpite dal COVID-19 ed  alle persone tutt’ora in quarantena che vivono uno stato di isolamento. Anche i famigliari delle persone colpite o che sono in quarantena possono chiamare. Il Servizio attivato ha lo scopo di aiutare le fasce di popolazione più colpite a fronteggiare i vissuti emotivi critici derivanti dall’impatto dell’emergenza sanitaria in corso. Questo numero può dare risposte e consigli sul come ad esempio gestire lo stress o le paure che una situazione come quella odierna può provocare, gli psicologi potranno aiutare i genitori in difficoltà e dare consigli su come trattare l’argomento con i bambini, o strategie da utilizzare con le persone più anziane. Il numero non va chiamato per emergenze sanitarie, o per consigli di natura medica.

Il numero verde  800.30.10.30   dedicato alla popolazione è attualmente attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13.

Il numero dedicato al personale sanitario di ASUGI 0403998990 è attualmente attivo dal lunedì al venerdì in due fasce orarie: 8.30-10.30-13.30-15.30.

 

"Ringrazio il gruppo di lavoro di Asugi e tutti  i professionisti dell' azienda che  stanno sostenendo dipendenti e cittadini in questa  emergenza sanitaria, con un lavoro di squadra e capacità di riorganizzarsi nelle attività,  sempre a sostegno di chi ne ha più bisogno in questo momento"  conclude il vicepresidente della Regione FVG con delega alla salute Riccardo Riccardi.