In partenza a Trieste la valutazione clinica del farmaco REMDESIVIR contro COVID-19

 giovedì 14 maggio 2020

La Struttura Complessa di Malattie Infettive di ASUGI ha aderito al programma internazionale WHO-SOLIDARITY, promosso dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, per la valutazione clinica del farmaco denominato REMDESIVIR nel trattamento della malattia COVID-19.

farmaci

Ad oggi non è stato ancora identificato il trattamento antivirale efficace contro il virus in causa nella polmonite COVID-19. Numerosi farmaci antivirali (idrossiclorochina, lopinavir-ritonavir, favipiravir, interferon-beta) sono in fase di sperimentazione clinica nel nostro Paese così come in molti Paesi coinvolti dalla pandemia di COVID-19.

La Struttura Complessa di Malattie Infettive di ASUGI ha aderito al programma internazionale WHO-SOLIDARITY, promosso dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, per la valutazione clinica del farmaco denominato REMDESIVIR nel trattamento della malattia COVID-19. Questo farmaco, risultato attivo in laboratorio contro il virus causa di COVID-19, è già stato favorevolmente sperimentato nella terapia della febbre emorragica di Ebola. Due recenti studi clinici preliminari, condotti rispettivamente in Cina ed in USA, hanno dimostrato risultati clinici incoraggianti impiegando remdesivir per via endovenosa nella terapia della polmonite COVID-19.

Il programma WHO-SOLIDARITY prevede il confronto dell’efficacia antivirale e della tollerabilità tra remdesivir e le terapie attualmente utilizzate per la cura di questa patologia. Da oggi remdesivir è disponibile in ASUGI e verrà somministrato ai pazienti accolti presso la SC Malattie Infettive.

Per ulteriori approfondimenti: Professor R. Luzzati 040 3992591

 

CREAUS/GL/ss