Precisazioni su garanzia e tutela del rispetto dei tempi di attesa

 martedì 15 novembre 2022

ASUGI informa tutti i cittadini interessati che, in caso di accertato diritto dell’utente all’esecuzione della prestazione in libera professione, spetta al Distretto Sanitario di residenza, verificata l’appropriatezza della richiesta, rilasciarne l’autorizzazione.

ASUGI raccomanda e informa tutti i cittadini interessati che spetta al Distretto Sanitario di residenza, verificata l’appropriatezza della richiesta e in caso di accertato diritto dell’utente all’esecuzione della prestazione in libera professione, rilasciarne l’autorizzazione. La garanzia del rispetto dei tempi massimi di erogazione di una determinata prestazione è calcolata in automatico dal sistema, al momento della prenotazione.

Si è in una condizione di diritto di garanzia quando l’utente residente nel territorio di competenza accetta una disponibilità proposta entro i tempi massimi d’attesa all’interno dell’offerta di ASUGI e in tutti i casi di assenza di offerta nei tempi massimi di attesa previsti (indipendentemente dalla scelta dell’utente).

A garanzia e tutela del rispetto dei tempi di attesa, nel caso in cui la prestazione di primo accesso e in classe di priorità non sia garantita nei tempi massimi previsti viene prenotata la prima data disponibile. Inoltre la Struttura Complessa Gestione Prestazioni Sanitarie e Progettazione ed Attività Sociosanitaria ricerca ulteriori spazi disponibili nell’ambito aziendale contattando anche i Responsabili delle Unità operative. Al termine dell’iter la Struttura Complessa Gestione Prestazioni Sanitarie e Progettazione ed Attività ricontatta l’utente proponendo la prima disponibilità trovata. Qualora l’Azienda non riesca, comunque, a soddisfare, in regime istituzionale, le richieste di prenotazione nei tempi previsti, anche attivando eventuale aumento della disponibilità dell’offerta anche temporanea, l’utente invia al proprio Distretto Sanitario di residenza domanda di autorizzazione ad effettuare la prestazione in libera professione presso strutture pubbliche o private accreditate.

Per le prestazioni in priorità:

- B la richiesta deve pervenire entro 4 giorni dalla prenotazione;

- D la richiesta deve pervenire entro 12 giorni dalla prenotazione per le prime visite e entro 24 giorni per le prestazioni di diagnostica;

- P la richiesta deve pervenire entro 48 giorni dalla prenotazione.

In caso di accertato diritto da parte dell’utente all’esecuzione della prestazione in libera professione, il Distretto Sanitario di residenza, verificata l’appropriatezza della richiesta, rilascia l’autorizzazione all’utente al quale spetta il rimborso dell’intera spesa sostenuta, ad eccezione del costo del ticket che rimane a suo carico, se dovuto.

In caso di richiesta inappropriata il Distretto Sanitario di residenza, anche con il supporto degli specialisti, rilascia il diniego motivato all’utente e informa il medico prescrittore.

Si ricorda che, per maggiori informazioni è possibile contattare il numero verde sanità 800 991170 dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 13:00. Inoltre è possibile consultare il sito aziendale https://asugi.sanita.fvg.it/it/.

 

CREAUS/GC/ss