25 novembre - Giornata internazionale per l’emergenza della violenza contro le donne - Una sedia per ricordare le donne vittime di femminicidio

 lunedì 21 novembre 2022

ASUGI, su iniziativa del Comitato Unico di Garanzia (CUG) dell'Azienda - che ha fra i suoi mandati impegnarsi per la riduzione delle discriminazioni e l'aumento del benessere degli operatori - ha aderito alla campagna "Posto Occupato".

In tutte le strutture giuliane ed isontine, i dipendenti hanno risposto con partecipazione alla sensibilizzazione sul tema della violenza sulle donne rendendo visibile la campagna che cerca in particolare di contrastare il drammatico fenomeno dei così detti "femminicidi". 

La campagna è partita nel 2013 da Rometta, piccolo comune in provincia di Messina, su iniziativa di Maria Andaloro. Posto Occupato è una campagna virale, gratuita, che ha la finalità di mantenere alta l’attenzione dell’opinione pubblica sul fenomeno della violenza di genere. 

La campagna di sensibilizzazione " posto occupato", attiva a livello nazionale, prevede di lasciare un posto “vuoto” per riempire le coscienze di consapevolezza: la violenza sulle donne è un problema culturale ed una responsabilità sociale, che riguarda tutti. Attraverso una sedia "occupata", sulla quale viene posta una locandina con il logo della campagna (una sedia rossa), si vuole puntare l'attenzione al fatto che le donne - le quali ogni giorno subiscono ogni tipo di violenza - non sono lontane da noi e spesso sono anche fra di noi. Ogni anima violata, ogni donna abusata, ogni vita spezzata non è mai “lontana” da noi. Occupare un posto significa dare voce a tutte quelle donne che avrebbero voluto e dovuto essere lì. Un posto occupato è un segno, un monito silenzioso, voce per chi non ha più voce, che suggerisce a tutti di non sottovalutare mai i segnali della violenza e non voltarsi mai dall’altra parte.

Nei maggiori posti di afflusso di persone è stata "occupata una sedia" ed il personale dei Reparti e delle Strutture di ASUGI ha collocato sopra una locandina che richiama la campagna, i riferimenti del CUG ed il numero antiviolenza. Inoltre, all'Ospedale Maggiore, nel giardino alberato è stato "occupato un posto" in modo permanente, dipingendo una seduta di rosso per portare l'attenzione 365 giorni all'anno sul tema della violenza sulle donne.

 

 

CREAUS/TF/ss

  • Locandina  [pdf - 80,69 KB] (il link apre una nuova finestra)