28 aprile - Giornata Mondiale della salute e sicurezza sul lavoro e delle vittime dell’amianto

Questa giornata è stata istituita dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) nel giugno del 2003, a seguito della International Labour Conference. Questa ricorrenza nasce dalla necessità di un impegno collettivo per la creazione e la promozione della cultura della sicurezza e della salute sul lavoro.

Durante questi due anni di pandemia, gli infortuni sul lavoro nel 2021 sono aumentati dello 0,2 % rispetto all’anno precedente. Secondo INAIL a influenzare profondamente i dati è l’andamento della pandemia, le patologie infettive (COVID, così come l’epatite, brucellosi, AIDS e tetano) sono inquadrate come infortuni sul lavoro.

In ASUGI la SC Prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro è una struttura multidisciplinare che, attraverso interventi negli ambienti di lavoro verifica il rispetto della normativa in materia di salute e sicurezza dei lavoratori. Per quanto riguarda l’amianto, invece, esiste il Centro Regionale Unico Amianto, al quale si può rivolgere chi abbia avuto pregressa esposizione all’amianto e chi voglia ricevere informazioni su bonifica e rimozione di materiali in amianto.