Fondo per l'autonomia possibile e l'assistenza a lungo termine

Gli operatori che lavorano nel territorio (MMG, Assistente sociale e Infermiere di Comunità), segnalano alla sede del Distretto di competenza dell'assistito la necessità di effettuare una valutazione approfondita dei bisogni socio-sanitari della persona. Alla valutazione approfondita segue, da parte dell'UVD,  la predisposizione di un progetto personalizzato che potrebbe prevedere anche i contribuiti di natura economica come previsto dal fondo.  A conclusione della valutazione multidimensionale (in UVD), in cui viene definito un progetto di presa in carico personalizzato per il cittadino, qualora riconosciuata la necessità di erogazione del FAP, la quota assegnata all'utente viene corrisposta dal Servizio Sociale dell'Ambito Distrettuale.

istanza di parte su segnalazione del bisogno da parte dell'utente o del suo familiare direttamente nelle sedi distrettuali di Cormons, Gorizia e Gradisca o per il tramite degli operatori di distretto e dei Servizi Sociali del Comune di residenza. Scheda di rilevazione delle difficoltà assistenziali e degli interventi personalizzati.

Per la concessione e la liquidazione del contributo: 90 giorni dalla data dell'UVD

Al termine della raccolta della documentazione necessaria Il PUA ha 30 giorni di tempo per convocare l'Unità di Valutazione Distrettale e per stilare un Progetto Personalizzato che entra in vigore dal 1° giorno del mese successivo alla data dell'UVD.  Copia del Progetto personalizzato viene trasmesso all'Ambito Distrettuale  di Gorizia ente gestore dell'erogazione del contributo.

Dove e quando

responsabile:
Direttore del Dipartimento Assistenza Primaria

L.R. 6/2006, art.41 "Fondo per l'autonomia possibile"