Attivazione trasporti sanitari secondari

Gli utenti, intrasportabili con i comuni mezzi, residenti in ASS 2 e che rispondono ai criteri indicati nel regolamento (Norton inf a 10, Valgraf sezione mobilità indicante lo stato della mobilizzazione difficile, gravi post fratture, situazioni comprovate di immobilità, cure palliative)  possono usufruire dei trasporti sanitari secondari a carico dell'ASS2 nell'ambito del territorio aziendale verso strutture ospedaliere aziendali e strutture ospedaliere regionali (per prestazioni non erogabili in ASS 2). Trattasi di trasporto programmato, non urgente, occasionale.

Richiesta attraverso apposito modulo da parte di: Medico di Medicina Generale,  Pediatra di Libera Scelta, operatori sanitari del distretto e delle residenze convenzionate (infermieri e fisioterapisti); segue autorizzazione da parte di Medico del Distretto.

Entro 2 gg lavorativi dalla richiesta la struttura responsabile del procedimento provvede ad autorizzare o meno il trasporto.

Dove e quando

Regolamento aziendale per il  trasporto sanitario secondario.