SC Dipendenze comportamentali e da sostanze legali

La Struttura Complessa Dipendenze comportamentali e da sostanze legali si occupa delle problematiche sociosanitarie connesse alla dipendenza da sostanze legali (alcol e tabacco) e del gioco d'azzardo patologico.
Offre inoltre supporto specifico alle famiglie.
Ha compiti di prevenzione, promozione della salute, cura, riabilitazione, formazione e ricerca.
Assicura un servizio quotidiano di accoglienza rivolto al cittadino, che può accedere direttamente, senza lista d’attesa, gratuitamente; l’équipe multiprofessionale di accoglienza ascolta i bisogni, assicura una prima valutazione diagnostica, fornisce informazioni e, al bisogno, avvia il percorso di presa in carico.
È attivo un servizio telefonico per i cittadini e i servizi esterni.

Le attività dellla Struttura sono finalizzate a:

  • operare nel rispetto dei principi, dei valori generali e delle indicazioni del Dipartimento delle dipendenze;
  • garantire alla cittadinanza, ed in particolare al target di popolazione con età under 25, le attività specialistiche di prevenzione, cura, riabilitazione e riduzione del danno/rischio nel campo dei consumi e della dipendenza patologica, sia a livello distrettuale che sovradistrettuale, con prestazioni ambulatoriali, territoriali, domiciliari, semiresidenziali e residenziali, basate su criteri di qualità, appropriatezza, efficienza e sostenibilità;
  • assicurare un approccio proattivo e flessibile, un linguaggio adeguato al target, una particolare attenzione alla sede del servizio, che deve essere organizzata in modo da facilitare il contatto e l'adesione alle proposte di cura;
  • attuare progetti di cura personalizzati integrati in rapporto alle risorse, alle condizioni (gravità, complessità e intensità), alle esigenze e volontà dei ragazzi presi in carico;
  • promuovere e sviluppare interventi per la promozione della salute ed il protagonismo dei giovani, orientati al contrasto dei principali fattori di rischio che incidono nella fase di vita adolescenziale;
  • operare al fine di consentire il riconoscimento e la presa in carico precoce del disagio giovanile, la ripresa delle attività tipiche della fase evolutiva, secondo un approccio disciplinare orientato alla guarigione, alla recovery ed al contrasto della cronicizzazione;
  • promuovere attività ed iniziative di coinvolgimento attivo e supporto per le famiglie e i care giver, che giocano un ruolo fondamentale in età adolescenziale/giovanile;
  • realizzare attività di ricerca clinica e di base, nonché progetti innovativi, per adeguare l'offerta al mutare del fenomeno dei consumi giovanili e delle dipendenze in generale;
  • sviluppare progettualità ad alta integrazione socio-sanitaria valorizzando le competenze dei soggetti del terzo settore, in particolare dei partner significativi per i giovani;
  • contribuire a sviluppare ed ottimizzare l'attività di comunicazione interna al servizio e con i diversi stake-holders, con particolare attenzione alle famiglie;
  • contribuire alla valorizzazione, formazione e sviluppo delle competenze del personale.

 

Rientrano fra le funzioni della Struttura:

  • gestione e controllo dei servizi esternalizzati e convenzionati per la parte di competenza;
  • gestione dei rapporti istituzionali inter-enti e con le diverse realtà del territorio;
  • realizzazione di eventi di sensibilizzazione e prevenzione rivolti alla popolazione generale e target;
  • gestione da parte dell'équipe multiprofessionale di attività sanitarie e sociosanitarie quali:

- accoglienza diurna ad accesso libero e gratuito dei ragazzi under 25;
- ambulatorio sanitario per somministrazione di terapie, monitoraggio tossicologico, screening patologie correlate, medicazioni, visite mediche;
- attività educative, di socializzazione, di formazione, di accompagnamento e di supporto psicopedagogico;
- assistenza domiciliare per assicurare la continuità assistenziale;
- consulenza specialistica presso strutture aziendali ed extra aziendali, comunità terapeutiche ed educative, enti formativi, servizi sociali dei Comuni, carcere, altre realtà della rete
  dei servizi;
- supporto e presa in carico del nucleo familiare;

  • gestione dei programmi accertativi e terapeutico-riabilitativi in collaborazione con la Prefettura;
  • attività di promozione della salute e prevenzione selettiva in ambito scolastico, nei contesti di socializzazione, privilegiando la metodologia della peer education e della riduzione dei rischi;
  • ogni altra funzione non specificata o di nuova introduzione, riconducibile per analogia al mandato della Struttura.

Dove siamo

contatti

sede

Via Paolo de Ralli 5
34128 Trieste (TS)

indicazioni stradali  (il link apre una nuova finestra)

orario di accoglienza

da lunedì a venerdì
9:30 - 13:00

contatti

sede

Via Paolo de Ralli 5
34128 Trieste (TS)

Parco di San Giovanni

indicazioni stradali  (il link apre una nuova finestra)

Chi siamo

contatti

sede

via Paolo de Ralli 5
34128 Trieste (TS)

Cosa facciamo

Prevenzione
La Struttura realizza attività di prevenzione primaria nelle scuole medie inferiori e superiori della provincia e a favore di particolari fasce di popolazione (familiari, associazioni di cittadini, popolazione generale, clienti ed insegnanti delle autoscuole, medici di famiglia, altri operatori sanitari).
A cadenza fissa vengono organizzate campagne preventive di livello provinciale per sensibilizzare l'opinione pubblica sui temi dell'abuso di alcol e di tabacco.
Interventi di prevenzione secondaria (rivolti a gruppi di giovani a rischio o già consumatori) sono in via di programmazione, per affrontare il problema in una fase più precoce (stadio, locali pubblici, ecc.).

Percorso Terapeutico
Dopo il momento dell'accoglienza e della conoscenza dei bisogni viene concordato un percorso terapeutico centrato sulla persona.
Le prestazioni sono molteplici: dal trattamento medico-farmacologico, al sostegno psicologico, alle opportunità di reinserimento sociale sino ad interventi specifici su famiglie e gruppi.
C'è una attiva collaborazione con i reparti ospedalieri, con consulenze settimanali finalizzate a seguire programmi di disintossicazione di persone già conosciute o a prendere contatto con soggetti non ancora in carico al Servizio.

Programmi in tema di alcolismo
La Struttura offre la possibilità, per i casi più complessi, di trattamenti residenziali (ricovero 24 ore su 24) e di trattamenti semiresidenziali differenziati in day-hospital totale o parziale.
Per situazioni meno complesse c'è la possibilità di trattamenti bisettimanali serali (a cura della SS Territoriale per la dipendenza da sostanze legali).

In generale vengono offerti trattamenti individualizzati e la metodica più adottata è quella medico-psico-sociale di gruppo secondo l'approccio cognitivo comportamentale, integrata da laboratori di attività espressiva, riabilitazione fisica, educazione sanitaria, assistenza sociale, terapia psicologica sia individuale che familiare. Sin dall'inizio del trattamento, l'utente e la sua famiglia vengono inseriti in un gruppo di auto-aiuto presente sul territorio, che continuerà a frequentare dopo la conclusione del trattamento istituzionale. Vengono attuati, inoltre, interventi medici di prevenzione e cura della crisi di astinenza, di disintossicazione, di diagnosi e cura delle patologie alcolcorrelate.

Sono attivi vari ambulatori tra cui:

  • disintossicazione con agopuntura auricolare,
  • persone sorprese alla guida in stato di ebbrezza
  • trattamenti di sostegno psicologico individuale.

Quando è necessario un periodo di supporto e di cura più intenso viene proposto l'accoglimento della persona presso il Centro Residenziale specialistico per alcolisti, che funziona come una comunità e insiste su programmi anche di tipo riabilitativo. Al Centro si rivolgono cittadini da altre province della regione e da altre regioni.

Per saperne di più