Ecocardiografia

Gli esami ecocardiografici vengono eseguiti allo scopo di identificare ed approfondire problemi clinici cardiovascolari. Vengono eseguiti annualmente circa 10.000 esami ecocardiografici completi (M-mode, bidimensionali, Doppler e Color Doppler).

L'esame ecocardiografico si compone usualmente di uno studio monodimensionale, bidimensionale e dell'esame eco-Doppler (tecniche pulsato, continuo, color e tissutale), necessari ad una valutazione qualitativa e quantitativa delle strutture cardiache e dei grossi vasi e dei flussi ematici intracardiaci.

Dove siamo

contatti

  • telefono: +39 040 3994837

sede

Via Pietro Valdoni 7
34149 Trieste (TS)

Polo Cardiologico - pianoterra

indicazioni stradali  (il link apre una nuova finestra)

orario

dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 15.00

Chi siamo Equipe

contatti

Cosa facciamo

Su specifiche indicazioni viene eseguito un ecocardiogramma transesofageo (per la migliore visualizzazione delle camere e delle valvole cardiache, inclusa la presenza di trombi endocavitari, patologie dell'aorta, vegetazioni endocarditiche e disfunzioni di protesi valvolari) o un eco-stress, sia fisico (ecocardiografia durante sforzo al cicloergometro) che farmacologico (generalmente con dobutamina) per il riconoscimento del miocardio ischemico o vitale. Presso il laboratorio possono essere effettuati ecocardiogrammi tridimensionali, sia da approccio trans toracico che trans esofageo, che vengono eseguiti su pazienti selezionati.

In situazioni di qualità delle immagini ecocardiografiche insufficiente e non adeguata a rispondere al quesito specifico, è disponibile un mezzo di contrasto ecografico che permette di opacizzare le camere cardiache e delineare il contorno della parete ventricolare per una valutazione più accurata della cinetica zonale e della funzione di pompa globale.
Un sistema di archiviazione digitalizzata delle immagini (PACS) garantisce la connessione fra gli ecocardiografi, l'archiviazione digitalizzata e la visualizzazione da remoto, con possibilità di produrre CD paziente con le immagini memorizzate in formato DICOM, leggibile da qualsiasi PC.
L'accesso alla metodica avviene anche mediante CUP, secondo un sistema di prioritarizzazione condiviso e periodicamente sottoposto ad AUDIT.

Per saperne di più

Strutture collegate