Dipartimento Emergenza e Accettazione

Il Dipartimento è costituito dall’insieme delle risorse umane, strumentali, tecnologiche, economiche, finanziarie assegnate alle strutture che lo compongono e alla Piattaforma tecnico assistenziale.
Le attività del Dipartimento sono finalizzate a:

  • definire ed aggiornare periodicamente i percorsi emergenti HUB SPOKE di pazienti che accedono ai PS Ospedalieri
  • definire ed aggiornare periodicamente protocolli clinico terapeutici condivisi per patologie urgenti emergenti specifiche
  • favorire l’innovazione clinica;
  • svolgere attività di ricerca e garantire le attività didattiche previste dagli ordinamenti dei corsi di laurea, specializzazione, perfezionamento e Master organizzati dall’Università degli Studi di Trieste, anche in collaborazione con altri atenei ed istituzioni nazionali e internazionali.
  • garantire la continuità della cura e dell’assistenza tra territorio e ospedale e tra ospedale e territorio:

- coordinandosi, in maniera integrata, con le funzioni garantite dal Dipartimento di Assistenza Territoriale e dei Dipartimenti ad esso funzionalmente afferenti;
- avvalendosi delle attività delle Centrali Operative Territoriali (COT) distrettuali, nel loro ruolo di raccordo tra i vari servizi e di governo della transizione tra setting;
- concorrendo al percorso di mutamento culturale–organizzativo degli operatori del sistema, per sviluppare la capacità di agire all’interno di “processi organizzativi” e non solo per ambiti specialistici e/o discipline, nel superamento della separazione tra momenti erogativi diversi (ospedale–territorio) al fine di garantire la risposta ai bisogni sanitari e sociosanitari delle persone all’interno di un ambiente unitario di erogazione, secondo una visione organizzativa per processi orizzontali, con particolare riferimento ai pazienti cronici (in relazione al mutamento demografico, sociale e culturale della popolazione di riferimento, all’evoluzione della malattia, complicanze e comorbidità) e dei c.d. “frequent user”, ossia persone che si rivolgono ripetutamente al SSR;
- contribuendo alla realizzazione del principio di centralità della persona e dei suoi bisogni nei diversi momenti assistenziali e di cura, in ogni setting e nell’insieme di responsabilità afferenti a differenti Dipartimenti/Strutture;
- garantendo che tutte le Strutture afferenti al Dipartimento concorrano ad assicurare quanto sopra descritto.

L’attività di chi opera nel Dipartimento è ispirata ai valori sui quali si fonda ASUGI, ovvero sul rispetto della dignità, l’integrazione multiprofessionale, il lavoro in rete per garantire appropriatezza e continuità delle cure, l’orientamento al miglioramento continuo della qualità del servizio e dell’accessibilità, all’ottimizzazione dell’uso delle risorse e la trasparenza.

Dove siamo

contatti

sede

Strada di Fiume 447
34149 Trieste (TS)

indicazioni stradali  (il link apre una nuova finestra)

Chi siamo

contatti

sede

Strada di Fiume 447
34149 Trieste (TS)

contatti

Cosa facciamo

Rientrano tra le funzioni del Dipartimento di Emergenza e Accettazione:

  • partecipare al coordinamento delle attività d’emergenza e accettazione indicate dalla pianificazione regionale, con particolare riguardo alla formalizzazione di percorsi assistenziali;
  • garantire il coordinamento e la gestione delle risorse per le attività dipartimentali
  • perseguire gli obiettivi di risultato e di attività negoziati in sede di contrattazione di budget con la Direzione aziendale mediante le risorse assegnate;
  • proporre alla direzione strategica modelli innovativi di revisione organizzativa e gestionale (intensità di cura, PDTA, … );
  • stimare i fabbisogni complessivi di risorse;
  • favorire la valorizzazione, la formazione, lo sviluppo delle competenze di tutto il personale assegnato;
  • integrare l'attività della piattaforma cui afferisce il personale delle professioni sanitarie e di supporto del Dipartimento;
  • promuovere un buon clima di lavoro;
  • collaborare con le strutture di staff della Direzione strategica per le attività di formazione e aggiornamento, clinical governance, budgeting e controllo di gestione, valutazione delle performance, comunicazione, qualità e accreditamento;
  • perseguire i massimi livelli di integrazione organizzativa e tecnologica, l’omogeneizzazione delle procedure, nell’ottica dell’efficacia, dell’efficienza e del miglioramento continuo della qualità;
  • sviluppare logiche e modelli per la continuità delle cure;
  • collaborare con la Direzione Centrale Salute, Politiche Sociali e Disabilità nella definizione e applicazione delle reti di patologia di competenza;
  • ogni altra funzione, non specificata o di nuova introduzione, riconducibile per analogia al mandato del Dipartimento.

Per saperne di più